DIRETTA F1, GP Arabia Saudita 2022, streaming gratis OGGI LIVE e diretta tv F1

Secondo appuntamento del mondiale di Formula 1: dove vedere lo streaming gratis del GP dell’Arabia Saudita in Diretta LIVE

Dopo diversi mesi in assenza di Formula 1, i motori si sono riaccesi lo scorso weekend in Bahrain, regalando splendide emozioni ai tifosi della Ferrari e a tutti gli appassionati di automobilismo con spettacolari duelli sul circuito di Sakir. Questa domenica il secondo appuntamento del mondiale che si prospetta incredibilmente competitivo in uno dei circuiti più particolari del campionato.

Ferrari, se il buongiorno si vede dal mattino…

Già durante le prime giornate di test si è parlato molto delle potenzialità della vettura prodotta a Maranello. La Ferrari è stata subito in grado di mettere in pista ottime prestazioni, dimostrando anche una buona affidabilità. Affidabilità che è venuta meno ai motorizzati Red Bull verso il termine dello scorso Gran Premio del Bahrain: la power unit montata sull’Alpha Tauri di Pierre Gasly ha preso fuoco e le due monoposto ufficiali Red Bull, di Perez e Verstappen, avrebbero avuto dei seri problemi con la gestione del carburante, costringendo entrambi i piloti al ritiro.

Leclerc e Sainz (Ferrari)

Zero pesantissimo in ottica mondiale con le due rosse che sono riuscite a piazzarsi in prima e seconda posizione: Leclerc ha vinto il GP del Bahrain, accompagnato dal compagno di scuderia Carlos Sainz. Sono 45 quindi i punti di distacco che separano Ferrari e Red Bull in classifica costruttori, con il team austriaco che deve urgentemente risolvere i problemi di affidabilità per tornare competitivo in un mondiale iniziato subito in salita. Legittime le ambizioni della Rossa che deve assolutamente puntare al titolo, assente da 14 anni.

Jeddah, circuito al limite: tra muri e missili

Il circuito cittadino di Jeddah, in Arabia Saudita, sarà la seconda tappa di questo mondiale 2022. Lo scorso anno è stato teatro di un episodio incredibile, ovvero il tamponamento di Lewis Hamilton su Max Verstappen lungo uno dei tanti rettilinei. Già lo scorso dicembre si era capito quanto fosse pericoloso questo tracciato, un cittadino la cui velocità media supera abbondantemente i 250 chilometri orari con diverse curve cieche che non permettono la visibilità di ciò che sta al di là del muro. Muri colpiti pesantemente già nella giornata di ieri da Mick Schumacher: un incidente spaventoso che per diversi minuti ha tenuto tutti col fiato sospeso finché non abbiamo visto il pilota cosciente e sorridente sul lettino dell’ambulanza.

Gran Premio di Jeddah, Formula 1
Gran Premio di Jeddah, Formula 1

Il tedesco, figlio del celebre sette volte campione del mondo, ha perso carico aerodinamico salendo su un cordolo particolarmente alto alla velocità di circa 250 chilometri orari. La sua Haas si è girata in un testacoda che ha portato all’impatto immediato con le barriere, senza possibilità alcuna di rallentare per alleggerire l’urto contro i muri in cemento, proprio lì dove mancano le protezioni utili ad ammortizzare gli incidenti. La monoposto di Schumacher si è spezzata in tre pezzi, generando numerosissimi detriti e portando ad una ragionevolissima bandiera rossa: in primis per capire le condizioni del pilota che è poi stato portato in ospedale per accertamenti, ma anche per ripulire la pista e consentire il passaggio alle vetture dopo il semaforo verde.


Ma i muri non sono l’unica cosa che hanno spaventato i piloti e gli appassionati. Nella giornata di venerdì, durante la prima sessione di prove libere, un gruppo di ribelli ha attaccato con un missile uno degli stabilimenti petroliferi Aramco, sponsor presente anche nel circuito. Quello che ha preoccupato maggiormente è stata la vicinanza spaziale dell’episodio, ad appena 20 chilometri dal tracciato. Nella stessa notte di venerdì si è infatti tenuto un lunghissimo incontro tra federazione e piloti, a cui è stata garantita la massima sicurezza dalle autorità e si è deciso dunque di correre questo Gran Premio dell’Arabia Saudita.

Red Bull
Red Bull

Qualifica di fuoco, Perez sorprende tutti

Durante la sessione di qualifica di ieri, il favorito numero uno, Max Verstappen, non è riuscito a portare le gomme in temperatura, piazzandosi solamente quarto. Davanti a lui partirà Carlos Sainz, pilota spagnolo della Ferrari che potrebbe aiutare Leclerc, secondo, nella difesa sull’olandese. Chi partirà in pole position per la prima volta sarà invece Sergio PerezCheco è riuscito a tirar fuori un giro perfetto, piazzandosi davanti a tutti. Hamilton solamente sedicesimo, fuori nel Q1 a differenza di Russel, suo compagno di squadra, sesto.

Formula 1 streaming gratis, dove vedere il GP dell’Arabia Saudita in diretta LIVE Hesgoal

HESGOAL FORMULA UNO GP ARABIA SAUDITA STREAMING GRATIS – Questa sera, alle ore 19,00 italiane, avrà inizio il secondo appuntamento del mondiale 2022 di Formula 1. La gara del GP dell’Arabia Saudita sarà visibile in diretta su Sky, sul canale Sky Sport F1, 207 del decoder, o su Sky Sport 4K, canale dedicato alla visione in 4K HDR se si ha a disposizione un televisore in grado di supportare questa qualità, sul canale 213. Per tutti gli appassionati di motori che non vorranno perdere l’evento neanche fuori casa, è possibile seguire la Formula 1 in streaming su Sky Go, applicazione scaricabile su smartphone, tablet, pc o Mac.

Dove vedere GP Arabia Saudita 2022, streaming gratis OGGI LIVE e diretta tv F1

Il GP Arabia Saudita 2022, valido come secondo appuntamento stagionale del Mondiale di Formula Uno, si corre domenica 27 marzo alle ore 19 italiane sul circuito di Gedda. I piloti si sfideranno 6174 metri del tracciato da ripetere 57 volte. Ricordiamo che l’ultima edizione del Gran Premio dell’Arabia Saudita è stata vinta dalla Mercedes di Hamilton.

GP Arabia Saudita 2022, il programma completo del weekend

DOMENICA 27 MARZO 

Ore 19.00, Gara

Dove vedere GP Arabia Saudita 2022 Formula Uno, streaming gratis e diretta tv Sky o TV8? F1 in chiaro Gran Premio dell’Arabia Saudita replica

Il GP Arabia Saudita 2022 sarà trasmesso in diretta tv esclusiva su Sky Uno (canale 201 telecomando Sky) e Sky Sport F1 HD (canale 207 telecomando Sky). Gli abbonati da più di un anno alla pay tv satellitare potranno seguire il gran premio anche in diretta streaming gratis su Sky Go, servizio disponibile su pc, cellulari, tablet e dispositivi mobili. È possibile vedere il GP Bahrain anche in diretta streaming su Now Tv, piattaforma internet di Sky che offre la possibilità, anche ai non abbonati, di acquistare ticket giornalieri, settimanali o mensili per seguire il grande calcio. Per farlo basta registrarsi al servizio e possedere una buona connessione. Il Gran Premio dell’Arabia Saudita sarà visibile anche in differita in chiaro alle ore 21.30 su TV8 mentre le qualifiche saranno trasmesse sul digitale terrestre sabato 26 marzo alle ore 21.

Leave a Reply